closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Naufragio al largo delle coste tunisine: 43 migranti dispersi

Mediterraneo. Sulla spiaggia libica di Zawia il mare restituisce 14 corpi. Nella rotta centrale triplicato in un anno il numero delle vittime e raddoppiato il tasso di mortalità. Sbarchi a Lampedusa.

La Mezzaluna rossa sulla spiaggia di Zawya, Libia

La Mezzaluna rossa sulla spiaggia di Zawya, Libia

È un’estate sempre più segnata dalla morte quella che sta vivendo il mar Mediterraneo. Ieri un barcone partito dalla città libica di Zuara è naufragato al largo delle coste tunisine di Zarzis (le due città distano 138 chilometri). Sono 43 le persone disperse, mentre 84 sono state soccorse. Si tratta di migranti provenienti da Sudan, Eritrea, Egitto e Bangladesh. Lo ha reso noto la Mezzaluna Rossa. Nel frattempo sulle spiagge della poco distante Zawia, 70 chilometri a est di Zuara, il mare restituiva altri 14 cadaveri. «Tra loro una donna e un bambino», ha scritto su Twitter la portavoce dell’Organizzazione...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.