closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Nato e Mosca ai ferri corti, il Donbass è esplosivo

Confine russo. È «disgelo» Biden-Putin, ma in Ucraina è scontro aperto. Stoltenberg: non ammassate truppe. Il Cremlino: voi mobilitate 40mila militari. Kiev vuole entrare nell’Alleanza atlantica e chiede intanto agli Usa di schierare i Patriot

Il ministro degli Esteri ucraino Dmytro Kuleba e il segretario generale Nato, Jens Stoltenberg, ieri a Bruxelles

Il ministro degli Esteri ucraino Dmytro Kuleba e il segretario generale Nato, Jens Stoltenberg, ieri a Bruxelles

Mentre non accenna a fermarsi l’escalation che da settimane nell’Ucraina orientale, un segnale di apertura verso la Russia arriva dagli Stati Uniti dopo la telefonata di ieri sera tra Joe Biden e Vladimir Putin. Durante il colloquio organizzato su iniziativa della Casa Bianca, il presidente Usa - che sta per annunciare il ritiro delle truppe statunitensi dall’Afghanistan entro il prossimo 11 settembre) ha proposto a Putin di incontrarsi in un Paese terzo prossimamente, per discutere le questioni ancora aperte nei rapporti bilaterali. Un segnale sicuramente di distensione da parte di Biden - dopo lo scivolone del mese scorso quando si...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi