closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Nasrallah: «Una vittoria morale e politica per la resistenza‎»

Libano. Il movimento sciita e i suoi alleati hanno conquistato la maggioranza in Parlamento. Crollo di Mustaqbal, il partito del premier sunnita Hariri. La vittoria di Hezbollah letta come un successo del suo sponsor Iran e Israele già lancia nuovi avvertimenti

‎«Il progresso fatto da Hezbollah e i suoi alleati in Parlamento è letto come un ‎rafforzamento dell'Iran in Libano, la tensione perciò salirà ancora di più. Israele ‎già descrive il risultato delle elezioni libanesi come un rischio grave per la sua ‎sicurezza e minaccia persino più di prima l'uso della forza». L'analista Ghassan ‎Khatib non può fare a meno di spiegare l'esito delle legislative di domenica in ‎Libano, le prime in nove anni, all'interno di un quadro regionale che si aggrava ‎giorno dopo giorno. Come dargli torto. Il premier israeliano e i suoi ministri, forti ‎dell'appoggio incondizionato dell'Amministrazione Trump, parlano...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi