closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Nasrallah minaccia risposta ad attentatori sunniti

Libano. Il segretario generale di Hezbollah punta l'indice contro i jihadisti che sarebbero dietro l'autobomba che due giorni fa ha fatto 24 morti a sud di Beirut. Si aggrava nel Paese lo scontro sunniti-sciiti sullo sfondo della guerra civile siriana

Per diverse ore, dopo l’attentato che giovedì ha massacrato 24 civili nei quartieri meridionali di Beirut che rappresentano la sua roccaforte, Hezbollah ha puntato l’indice contro Israele nel tentativo, forse, di non alimentare le già gravi tensioni tra sunniti e sciiti in Libano. Ieri però Hassan Nasrallah, segretario generale del movimento sciita, è stato fin troppo chiaro quando ha affermato che si è trattato di un attentato (anti-sciita) compiuto da formazioni jihadiste sunnite. Nasrallah ha fatto riferimento a gruppi takfir, ossia a cellule armate di orientamento qaedista-salafita che usano la violenza contro gli stessi sunniti non osservanti (che provvedono a...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi