closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Lavoro

Nasce la carta dei diritti del lavoro indipendente

Quinto Stato. La proposta in 9 punti della coalizione 27 febbraio: precari, freelance e i professionisti a partita Iva si confrontano criticamente con lo statuto del lavoro autonomo annunciato dal governo Renzi. L'esecutivo ha presentato le norme in un collegato alla legge di stabilità e parla di tutele per la maternità, la malattia, la formazione e i ritardi dei pagamenti. Da gennaio la coalizione 27 febbraio andrà in tour da Nord a Sud. Storia di un esperimento innovativo

L’annuncio di un disegno di legge per tutelare il lavoro autonomo «non imprenditoriale», fatto a ottobre dal governo Renzi, ha scatenato un’immaginazione legislativa nel sindacato e tra i movimenti del lavoro autonomo e indipendente (qui il testo del governo). Il 14 dicembre scorso la Cgil ha approvato uno «statuto dei lavoratori e delle lavoratrici», un documento al quale si stava lavorando da tempo. Un chiaro segnale per il dibattito che potrebbe tenersi durante il 2016 a partire da un provvedimento attualmente collegato all’approvazione della legge di stabilità. Una coalizione La novità ancora più interessante è la bozza di «carta dei...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi