closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Nanni Moretti, «La morte e il mio rapporto con il cinema»

Incontri. Il regista parla del suo nuovo film La madre in cui il privato si sovrappone e dialoga con la storia di finzione

Nanni Moretti sul set, sotto Margherita Buy in una scena del film

Nanni Moretti sul set, sotto Margherita Buy in una scena del film

Dopo che il mistero più totale l’aveva avvolto per tutta la lavorazione, ieri è stato proiettato Mia madre, l'ultimo progetto cinematografico di Nanni Moretti - nelle sale il prossimo giovedì 16 aprile e fortemente candidato alla Croisette: «Da Cannes accetto tutto», risponde così a chi gli chiede se per Mia madre, avrebbe accettato il solo concorso o anche sezioni non competitive. Un film ispirato dalla perdita della madre del regista avvenuta durante il montaggio di Habemus Papam. Ed infatti l'alter ego di Moretti - che qui non ha il suo volto né il suo nome - è una regista, Margherita...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.