closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Nakba, Israele contro i rifugiati ritornati di Kuf Bi’rem

Palestina. A 67 anni dall'esilio di 800mila palestinesi dalle proprie terre, la lotta per il ritorno non si ferma. In Galilea un gruppo di rifugiati è tornato nel proprio villaggio, ancora target delle politiche di espulsione israeliane

I giovani rifugiati di Kufr Bi'rem

I giovani rifugiati di Kufr Bi'rem

Quante catastrofi può vivere un popolo? Quella del popolo palestinese, vessato dalla storia, colonizzato per secoli, va avanti: a 67 anni dal 15 maggio 1948 - dichiarazione di indipendenza dello Stato di Israele - è costretto ancora, quotidianamente, a rivivere la propria sofferenza. La chiamano "ongoing Nakba", la catastrofe che continua dopo quella di 67 anni fa quando 800mila palestinesi (l'80% della popolazione dell'epoca) furono cacciati dalle milizie sioniste dalle proprie terre. E se fuori dai confini della Palestina storica il popolo della diaspora è ancora in esilio, all'interno le politiche israeliane di trasferimento forzato tentano di separare i palestinesi...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.