closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Myanmar, massacri e legge marziale

Asia. Nella domenica di sangue almeno 40 vittime. Appello del segretario di Stato Pietro Parolin: «Processo di pace

Scontri in Myanmar

Scontri in Myanmar

Mentre anche oggi il Myanmar è segnato da una protesta diffusa, il bilancio dell’ennesima domenica di sangue con almeno una quarantina di vittime (40 a Yangon e 20 nel Paese secondo fonti raccolte da il manifesto) hanno fatto balzare il bilancio delle vittime a oltre 180. SECONDO MYANMAR NOW, uno dei tanti giornali birmani che continua a dare notizie, nell’ex capitale i morti di domenica sarebbero stati addirittura 59. Un bilancio pesantissimo – cui oggi si sarebbero aggiunte un’altra quindicina di vittime - mentre la giunta ha deciso la legge marziale su due township di Yangon (Hlaing Thayar e Shwepyithar)...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi