closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias

Musical, magie di cartone

Animazione/Non solo Disney. Un genere che ha attecchito in tutto il mondo, tra successi e flop. Un mondo di balletti e coreografie che intreccia pop, rock, jazz. Occhio ai doppiaggi meno riusciti e alle tante pellicole girate con tecniche innovative. Dalla Spagna all’Unione Sovietica. Ripensando all'insensato destino italiano di «Fritz il gatto» e a Bugs Bunny, guest star. Tra censure e melodie iconiche

Locandine dal film «Le 13 fatiche di Ercolino»

Locandine dal film «Le 13 fatiche di Ercolino»

I classici Disney, con gli anni, sono diventati per l’immaginario comune l’apice della cinematografia musicale a cartoni animati. Che siano film bellissimi i vari Dumbo, Pinocchio, Cenerentola e La bella addormentata nel bosco è indubbio, senza contare le derive più moderne de Il re Leone, Aladdin o l’arrivo della Pixar con Up e il recente Soul. Tutte opere d’arte che riflettono il mondo della fiaba in un’ottica matura, senza dimenticare la dimensione giocosa, un mondo di note, balletti e coreografie capaci di catturare grandi e piccini, vere elegie in onore della musica, classica, pop, rock e persino il jazz della...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi