closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Lavoro

Multinazionali, licenziamenti in arrivo anche alla ex Magneti Marelli

Componentistica auto. Gli oltre 10mila addetti dei 19 stabilimenti italiani, e i sindacati metalmeccanici, scoprono dai media che Magneti Corp, di proprietà del fondo statunitense Kkr, vuol liberarsi di 1.500 dei 43mila dipendenti dislocati ai quattro angoli del pianeta. Oggi primo incontro, on line, fra Fiom Fim e Uilm e i vertici aziendali. La Marelli, emblema del made in Italy, era stata venduta da Fca appena due anni fa.

Il vecchio logo dell'azienda, oggi Magneti Corp

Il vecchio logo dell'azienda, oggi Magneti Corp

Non sarà in presenza ma solo online l'incontro odierno fra la dirigenza di Magneti Corp (ex Magneti Marelli) e i sindacati metalmeccanici, dopo l'ennesimo caso di una multinazionale controllata da un fondo, questa volta lo statunitense Kkr, che decide di liberarsi di 1.500 lavoratori della componentistica auto, “e avere una struttura più snella”. La notizia è arrivata nella tarda serata di mercoledì dall'agenzia economica Bloomberg, dopo una lettera inviata ai dipendenti dall'ad Beda Bolzenius. Una notizia, va da sé, che non è piaciuta alle organizzazioni sindacali. A partire dal metodo: “Abbiamo appreso dagli organi di stampa del piano della Marelli...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.