closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Economia

Mr. Tod’s e Mr. Winx entrano in banca

Finanza. I fratelli Della Valle, Andrea e Diego, parteciperebbero al salvataggio della Banca delle Marche insieme all’imprenditore Iginio Straffi, creatore del celebre cartone animato

Iginio Straffi e Diego Della Valle

Iginio Straffi e Diego Della Valle

Due fratelli che fanno scarpe e un disegnatore di cartoni animati, uniti per salvare una banca sull’orlo del baratro. Messa così sembra l’inizio di una barzelletta. Invece siamo davanti a una colossale operazione finanziaria, con protagonisti tre volti del nuovo capitalismo italiano. L’indiscrezione circola da qualche giorno: i fratelli Andrea e Diego Della Valle e Iginio Straffi – creatore delle fatine Winx e patron della società di animazione Rainbow – avrebbero risposto positivamente all’appello lanciato dal governatore Gian Mario Spacca: imprenditori di tutte le Marche, unitevi e salviamo insieme Banca Marche, o, se preferite: armiamoci e partite. In realtà, comunque,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.