closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Mosul è in mano agli islamisti

Iraq. L'esercito diserta, il premier dichiara l’emergenza. A tre anni dal ritiro degli Usa il Paese è nel caos totale

Residenti di Mosul in fuga dalla città

Residenti di Mosul in fuga dalla città

Mosul è caduta. Sventolano le bandiere nere della jihad islamica sopra i tetti della seconda città irachena, in quella provincia di Ninawa culla della civiltà assira, lungo le sponde del Tigri, dove gli archeologi scovarono il più antico spartito musicale al mondo, una pergamena vecchia di 4.500 anni. Quelle note ancestrali sono oggi sovrastate dalla violenza settaria di un Paese nel caos. Il premier Nouri al-Maliki ieri ha chiesto al parlamento di dichiarare lo stato di emergenza e imporre la legge marziale dopo la potente offensiva lanciata dagli islamisti dell'Isil contro l'intera provincia di Ninawa, strappata in poche ore al...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.