closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Mosul, 200 morti nel raid: Usa costretti a indagare

Medio Oriente. Aperta un’inchiesta sulla peggiore strage compiuta dagli Stati uniti in Iraq dal 2003. Baghdad ferma l’operazione anti-Isis: troppe vittime, ora solo azioni chirurgiche

Civili sfollati dalla città di Mosul

Civili sfollati dalla città di Mosul

Duecento morti accertati, ma i numeri si confondono: c’è chi parla di 230, chi di 300. Si scava ancora tra le macerie di decine di abitazioni di Mosul ovest per tirare fuori i cadaveri dei civili presi in pieno da un raid statunitense il 17 marzo. Anche sulla data i vertici Usa offrono poca certezza: il comando centrale della coalizione anti-Isis ha annunciato ieri che Washington ha aperto un’inchiesta sul raid, compiuto tra il 16 e il 23 marzo «su richiesta delle forze irachene». Di certo c'è il massacro, il più sanguinoso dall’agosto 2014 quando l’allora presidente Obama inviò i...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi