closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Mosca riconoscerà il voto delle regioni ribelli ucraine

Ucraina. Il 2 novembre elezioni a Donetsk e Lugansk. A Kiev eletto alla Rada il neonazi Jarosh

Poroshenko e Yatseniuk

Poroshenko e Yatseniuk

Mentre sembra ormai delineata la composizione - non così i rapporti tra i gruppi parlamentari - della nuova Rada uscita dalle elezioni di domenica scorsa, il Ministro degli Esteri russo Sergej Lavrov, in un'infinita intervista alle Izvestija, conferma che Mosca riconosce come «effettivo» il voto del 26 ottobre. E riconoscerà anche le elezioni che si terranno domenica 2 novembre nelle regioni di Donetsk e di Lugansk in cui, come hanno dichiarato Barack Obama e il segretario della Nato Jens Stoltenberg, «i separatisti russi hanno impedito agli ucraini di esercitare il proprio diritto di voto». Guarda caso, è proprio nelle aree...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.