closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Mosca riconoscerà il voto delle regioni ribelli ucraine

Ucraina. Il 2 novembre elezioni a Donetsk e Lugansk. A Kiev eletto alla Rada il neonazi Jarosh

Poroshenko e Yatseniuk

Poroshenko e Yatseniuk

Mentre sembra ormai delineata la composizione - non così i rapporti tra i gruppi parlamentari - della nuova Rada uscita dalle elezioni di domenica scorsa, il Ministro degli Esteri russo Sergej Lavrov, in un'infinita intervista alle Izvestija, conferma che Mosca riconosce come «effettivo» il voto del 26 ottobre. E riconoscerà anche le elezioni che si terranno domenica 2 novembre nelle regioni di Donetsk e di Lugansk in cui, come hanno dichiarato Barack Obama e il segretario della Nato Jens Stoltenberg, «i separatisti russi hanno impedito agli ucraini di esercitare il proprio diritto di voto». Guarda caso, è proprio nelle aree...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi