closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Mosca e Ankara costruiscono il futuro della Siria

Vertice Astana. Si apre domani in Kazakhstan il faccia a faccia con i rappresentanti di Damasco e delle opposizioni armate promosso da Erdogan e Putin. L'uscita di scena di Bashar Assad non è in agenda

Antonio Guterres si augura che i colloqui previsti domani ad Astana siano un passo importante per il successo degli incontri che il governo siriano e le opposizioni avranno a Ginevra l'8 febbraio. Il nuovo segretario generale dell'Onu non ha ancora compreso che i giochi veri sulla Siria non si fanno più al Palazzo di Vetro e in Occidente. Se Mosca e Ankara, e in seconda battuta Tehran, hanno organizzato i negoziati in Kazakhstan è proprio per segnalare che è ad Est e non più a Ovest del mondo che sarà trovata la soluzione alla guerra civile siriana. Non è chiaro...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.