closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Mordechai Vanunu non può lasciare Israele

Israele. L'ex tecnico della centrale di Dimona, liberato nel 2004 dopo 18 anni di carcere, è atteso a Londra. Ma le autorità di governo e i giudici non lo faranno partire. Nel 1986 rivelò al mondo il programma nucleare segreto dello Stato ebraico

Mordechai Vanunu

Mordechai Vanunu

Mordechai Vanunu il prossimo 17 giugno non parlerà di fronte al Parlamento britannico. Le autorità hanno negato il diritto ad uscire dal paese all’ex tecnico della centrale nucleare di Dimona che nel 1986 rivelò al mondo i segreti della bomba atomica israeliana. Vanunu, rimasto in carcere per 18 anni (11 dei quali in isolamento), sin dal giorno della sua scarcerazione, dieci anni fa, ha chiesto senza successo di lasciare Israele. Inoltre non può parlare a cittadini stranieri senza l’autorizzazione dei servizi segreti. Restrizioni che sono state prorogate di anno in anno. Vanunu è ancora considerato in possesso di informazioni che...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.