closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Mohammed bruciato vivo dai rapitori

Israele/Territori Occupati. Lo rivelano i risultati dell'autopsia effettuata all'Istituto di Abu Kabir. Due giorni fa, sempre a Gerusalemme, pestato dalla polizia il cugino Tareq

Tareq Abu Khdeir, pestato dalla polizia

Tareq Abu Khdeir, pestato dalla polizia

Promette l’uso del pugno di ferro contro “chi si fa giustizia da solo” Yitzhak Aharonovitch, ministro israeliano per la pubblica sicurezza. Si riferisce ai palestinesi israeliani di Kalanswa, Taibe, Tira, Baqa al Gharbiye, nella bassa Galilea, che venerdì notte hanno protestato con violenza per l’assassinio a Gerusalemme del 16enne Mohammed Abu Khdeir, bloccando incroci stradali e attaccando gli automobisti ebrei israeliani. Un tono che il ministro non usa quando parla degli assassini di Abu Khdeir o in riferimento agli agenti di polizia che, sempre a Gerusalemme, due giorni fa hanno ferito gravemente a calci e pugni un altro adolescente palestinese,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.