closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Modello spagnolo per la sinistra

Alternative. Il «populismo» di Podemos e il movimentismo di Barcellona in comune sono esempi di una politica che si rinnova

La Spagna è stata una delle nazioni europee più colpite dalla crisi. Oggi si parla enfaticamente di remontada, ma l’eredità di questi anni è pesante: il tasso di disoccupazione rimane altissimo, con una forbice tra ricchi e poveri più aperta che in qualsiasi altro paese dell’eurozona. L’austerità ha fatto guadagnare qualche punto sul versante dei disavanzi pubblici, a scapito però del reddito dei cittadini e del lavoro, oltre che del debito, schizzato al 98,1 per cento del Pil (40 per cento in più rispetto al 2008). Certamente non ha sanato una delle ferite più gravi che il paese si porta...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.