closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Modelli familiari

FemmineFolli. Riflessioni dopo la visione de «La comune» di Thomas Vinterberg sull'ambiente libero degli anni Settanta, nei costumi e nelle idee. E i suoi inevitabili rovesci della medaglia

Dopo molto tempo dall’uscita e, soprattutto, dopo mille critiche negative ricevute da amici che non lo avevano amato un lunedì di luglio a caso, dopo un pranzo leggero di prodotti dell’orto, mi sono approcciata a vedere La comune, pellicola del regista danese Tomas Vinterberg (per capirci quello di «Festen»). La tematica anni Settanta mi aveva attratto da subito ma per un motivo o per l’altro non ero mai riuscita ad andare a vederlo. Se non erro la protagonista femminile Trine Dyrholm ha vinto un premio come migliore interpretazione all’ultimo festival di Berlino: prova attoriale in effetti forte. Nel suo complesso...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.