closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

«Mindhunter», nel mondo oscuro dei serial killer

Streaming. Su Netflix la seconda stagione della serie prodotta da David Fincher, sui pionieri del «criminal profiling»

Una mosca si posa sul sandwich offerto da Nancy Tench, la moglie dell’agente dell’Fbi Bill Tench, all’assistente sociale che indaga sulla sua famiglia dopo che il figlio di sette anni della coppia è stato testimone dell’omicidio, compiuto da dei coetanei, di un bimbo ancora più piccolo nelle prime puntate della seconda stagione di Mindhunter (disponibile su Netflix). COME I VERMI che infestavano la scatoletta di cibo per gatti lasciata intonsa dal micio che faceva visita alla studiosa di psicologia Wendy Carr nella prima stagione, sono i particolari che nella serie tv (produttore esecutivo sempre David Fincher, regista anche dei primi...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.