closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias

Miles Davis e lo strano «quintetto fantasma»

Pagine/Il saggio di Bob Gluck rilegge le vicende del gruppo del trombettista afroamericano di cui non esistono incisioni. Oltre al suo leader storico, dell’ensemble facevano parte fenomeni come Shorter, Corea, Holland, e DeJohnette. Il rapporto con altre formazioni «rivoluzionarie» del periodo

Miles e i suoi sodali: Sotto i sodali del trombettista afroamericano: Wayne Shorter, Dave Holland, Chick Corea e Jack DeJohnette

Miles e i suoi sodali: Sotto i sodali del trombettista afroamericano: Wayne Shorter, Dave Holland, Chick Corea e Jack DeJohnette

Per chi ha ascoltato a suo tempo e poi riascoltato con attenzione e gran piacere (non per la resa delle registrazioni, certo) i bootleg Miles Davis Quintet Complete Live at the Blue Coronet 1969, Double Image e Paraphernalia, il quintetto guidato da Miles Davis nei tardi anni Sessanta del secolo scorso con Wayne Shorter ai sax tenore e soprano, Chick Corea al pianoforte elettrico, Dave Holland al contrabbasso e al basso elettrico, Jack DeJohnette alla batteria, non era affatto un ensemble «perduto». Ma quel quintetto non ha mai registrato niente in studio, ha solo suonato dal vivo sia negli Stati...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.