closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias

Miles Davis e lo strano «quintetto fantasma»

Pagine/Il saggio di Bob Gluck rilegge le vicende del gruppo del trombettista afroamericano di cui non esistono incisioni. Oltre al suo leader storico, dell’ensemble facevano parte fenomeni come Shorter, Corea, Holland, e DeJohnette. Il rapporto con altre formazioni «rivoluzionarie» del periodo

Miles e i suoi sodali: Sotto i sodali del trombettista afroamericano: Wayne Shorter, Dave Holland, Chick Corea e Jack DeJohnette

Miles e i suoi sodali: Sotto i sodali del trombettista afroamericano: Wayne Shorter, Dave Holland, Chick Corea e Jack DeJohnette

Per chi ha ascoltato a suo tempo e poi riascoltato con attenzione e gran piacere (non per la resa delle registrazioni, certo) i bootleg Miles Davis Quintet Complete Live at the Blue Coronet 1969, Double Image e Paraphernalia, il quintetto guidato da Miles Davis nei tardi anni Sessanta del secolo scorso con Wayne Shorter ai sax tenore e soprano, Chick Corea al pianoforte elettrico, Dave Holland al contrabbasso e al basso elettrico, Jack DeJohnette alla batteria, non era affatto un ensemble «perduto». Ma quel quintetto non ha mai registrato niente in studio, ha solo suonato dal vivo sia negli Stati...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi