closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Milano, un bando per costruire tre luoghi di culto

Religione. Le associazioni religiose e le comunità islamiche avranno due mesi di tempo per presentare un progetto e vincere la gara per l'assegnazione di uno spazio pubblico su cui costruire (anche) una moschea. In un contesto dove il mondo musulmano continua ad essere diviso, e le nuove destre fomentano il razzismo, verranno privilegiate le associazioni più trasparenti e aperte al dialogo, e che rientrano in una lista stilata dal governo Prodi nel 2007. Una sorta di certificato anti terrorismo, che però non esclude nessuna delle tante associazioni presenti sul territorio.

Milano è in costruzione, sempre. Ma il padiglione più complicato da costruire nell’anno dell’Expo non è un padiglione: è una moschea. Dopo tre anni di polemiche e discussioni non molto simpatiche - l’islam milanese è diviso ed è materia complessa che interessa il mondo intero - finalmente oggi è stato pubblicato il bando per l’assegnazione di tre aree pubbliche destinate a luoghi di culto (l’area dell’ex Palasharp, zona Lampugnano, gli ex bagni pubblici di via Esterle, zona via Padova, e uno spazio in via Merignano, al confine con San Donato Milanese). Ci è voluto un anno solo per la stesura...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.