closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Milano, senza auto fino all’ultimo respiro

Smog. Strade deserte e solo 300 contravvenzioni nel primo di tre giorni di blocco totale del traffico imposto dal sindaco Giuliano Pisapia. Automobili ferme anche oggi e domani dalle 10 alle 16. Una risposta virtuosa ma parziale che non è sufficiente per ripulire l'aria dai veleni che soffocano le città italiane. "Servono risposte concordate a livello nazionale e regionale", dice il sindaco di Milano puntando il dito contro l'inerzia della Regione Lombardia

Finalmente domenica, solo che ieri era lunedì. Le strade di Milano, lontane dalle polemiche isteriche montate dai media per millantare scontri politici natalizi a colpetti di twitter sull’onda della non emergenza smog, una volta tanto sembravano lastricate di buone intenzioni. I milanesi hanno rispettato il blocco, dice il comando dei vigili. Silenzio, poche automobili, rumore di passi e pedalate meno sostenute del solito. Movimento pigro. I controlli sono stati 2.500, le multe 300. Una lezione di buone pratiche, o di civiltà. Ma è servito a qualcosa il blocco parziale del traffico? Di certo non a pulire l’aria, ma solo perché...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.