closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Milano, mezzo blocco non ferma lo smog

Inquinamento. Nonostante lo stop al traffico deliberato da Palazzo Marino (oggi ultimo giorno dalle 10 alle 16), in città sono sempre più alte le concentrazioni di polveri sottili. La situazione è drammatica ma nessun amministratore ha il coraggio di adottare automatismi che prevedano il blocco totale della circolazione automobilistica. Oggi a Roma sindaci e governatori incontrano il ministro Galletti per concordare un piano nazionale anti inquinamento, ma sarà complicato trovare un accordo per decidere quali misure adottare nell'immediato in caso di emergenza

Il mezzo blocco del traffico di Milano non ha svelenito il clima. L’aria è sempre più pesante eppure nessuno ha intenzione di fare sul serio. Della cosiddetta “emergenza” smog si parla da più di vent’anni e gli amministratori sono ancora alle prese con la convocazione di riunioni che servono solo per convocare altre riunioni. Questa volta c’è un decalogo delle buone intenzioni, due paginette compilate in fretta per permettere ai sindaci e ai governatori delle regioni di presentarsi oggi a Roma al tavolo improvvisato dal ministro all’Ambiente Gianluca Galletti con qualche idea attorno cui programmare interventi. Difficile però che la...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi