closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Lavoro

Milano, lo sciopero dei mezzi disturba il salone del mobile

Trasporti. Una mattinata di "disagi" per l'agitazione di tutte le sigle sindacali che ieri hanno incrociato le braccia bloccando le corse di autobus, tram e metropolitane per quatto ore. Temono che Palazzo Marino abbia dato il via libera all'ingresso dei privati in alcuni settori chiave dell'Atm

L’astensione dal lavoro, questa sconosciuta. Milano borbotta e impreca per uno sciopero dei mezzi pubblici di quattro ore (dalle 8,45 alle 12,45) che ieri ha “mandato in tilt” la città e “creato disagio” ai poveri cittadini come nemmeno l’invasione delle cavallette. Le organizzazioni sindacali - e le code e i pellegrinaggi intorno alle stazioni della metropolitana - confermano che la protesta ha coinvolto la maggioranza dei lavoratori dell’Atm. Una delegazione è stata ricevuta dal sindaco Beppe Sala che in questi giorni ha più volte ripetuto che le ragioni dello sciopero, per di più durante la beatificazione collettiva del Salone del...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.