closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Miguel Gomes tra favola e politica

Cannes 68. «Le mille e una notte» del regista portoghese alla Quinzaine prende spunto dalla raccolta di novelle orientali e la trasporta all’interno del Portogallo contemporaneo, stretto nella morsa della Troika

Prima ancora di cominciare, l’unica cosa certa è che uno dei titoli più attesi qui sulla Croisette, e come gli altri capolavori di questo Cannes 2015 – il film di Garrel e quello di Desplechin – è infine atterrato nella sezione di Edouard Waintrop, la Quinzaine. Parliamo di Le mille e una notte, il nuovo film di uno dei registi più talentuosi di questo millennio, il portoghese Miguel Gomes. Dopo avere raccontato il passato coloniale del suo paese nel melò neoclassico Tabu, torna al presente, al Portogallo nel tempo della Troika, dei ricatti dell’Europa, della politica sottomessa all’economia. Le mille...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.