closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

Migranti, un anno di strage infinita. Ue e Italia complici

Mediterraneo. Solo quest’anno più di 32 mila persone sono state riconsegnate alla cosiddetta guardia costiera libica e poi affidate agli stessi aguzzini dai quali fuggivano.

La strage nel Mediterraneo non si ferma. Ancora decine di cadaveri che il mare restituisce impietoso, sulle spiagge della Libia come su quella della Grecia qualche giorno fa, davanti agli occhi di un mondo distratto: una strage evitabile, quella di chi fugge dall’inferno libico, pervicacemente consentita dai governi. La comunità internazionale, l’Ue e l’Italia in prima fila, continua ad occuparsi di una guerra senza fine, quella libica, non per promuovere un processo di pace difficile, ma per una stabilità che serva ad impedire a chi fugge dalle galere e dai campi di concentramento di mettersi in salvo, affidandoli alle stesse...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.