closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Migranti, l’Italia vuole cambiare i trattati internazionali

Battaglia navale. In un documento dell’Imo le richieste del governo gialloverde: «Occorre tener conto della sicurezza dei confini marittimi»

Le parole felpate della diplomazia non hanno potuto nascondere l’attacco al cuore del diritto internazionale. Un progetto tutto italiano, apparso nei documenti ufficiali - che il manifesto ha potuto consultare – infilato nella formula del «bilanciamento di esigenze diverse», vite umane e «sicurezza dei confini». La sede è quella dell’Imo, l’agenzia Onu che si occupa dei trattati internazionali sulla navigazione. Il tema è l’attività di ricerca e salvataggio nel tratto di mare che divide l’Italia dalla Libia, il Mediterraneo centrale. Un linguaggio burocratico che riempie tre pagine di un documento ufficiale, presentato dagli ufficiali del Comando generale della Guardia costiera...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.