closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Economia

Microsoft ristruttura, via 18mila dipendenti

Redmond. Dopo l’annuncio +2,9 in Borsa

Un pessimo regalo a 18mila dipendenti e un buon invito al ragionamento a chi pensa che l’economia dell’internet sia esente dall’utilizzo di carne viva e forza lavoro. In soldoni, Microsoft licenzierà entro il giugno del 2015, 18mila suoi dipendenti. Si tratta della più imponente ristrutturazione di Microsoft in 39 anni di storia. E a dimostrazione della follia dell’attuale prepotenza del capitalismo finanziario, alla notizia dei licenziamenti il titolo in borsa è cresciuto del 2,90%. L’azienda di Redmond, da cinque mesi nelle mani di Satya Nadella, ha ormai solo il 14% del mercato dei sistemi operativi, da sua stessa ammissione, se...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi