closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Mia Hansen-Løve, «filmo solo per amore»

Cinema. La scrittura, la scelta di girare in 35 millimetri, i luoghi, i Daft Punk, una conversazione con la regista

Mia Hansen-Løve

Mia Hansen-Løve

Fare cinema a soggetto può sembrare un paradosso per chi, come Mia Hansen-Løve, nutre un’«ossessione per la verità» ma è proprio nelle vie percorse per trovare il vero attraverso la messa in scena che è nato un linguaggio personale. Sempre alla ricerca della luce e della distanza giuste con cui filmare oggetti, luoghi e corpi, il suo è un cinema che affonda le radici nell’esperienza personale, famigliare, ma anche nella sua personale esperienza del cinema stesso: da un lato, la nouvelle vague di Truffaut e Rohmer, dall’altro Melville, Visconti e Bergman cui rende omaggio nel suo prossimo Bergman Island, «un...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.