closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Messina, politici solo per il gettone

Scandali. 12 consiglieri firmavano la presenza solo per i soldi. In totale 23 indagati. Sono gli stessi che volevano sfiduciare il sindaco Accorinti per l'emergenza acqua

Prima un’emergenza idrica che dura ormai da venti giorni e che sta assetando mezza città. Poi due dirigenti di Messinambiente, la municipalizzata che si occupa di rifiuti, finiti ai domiciliari e indagati per aver intascato mazzette. Oggi, dodici consiglieri a cui è stato comminato una specie di Daspo: hanno l’obbligo di firmare presso un ufficiale di polizia giudiziaria all’inizio ed alla fine delle sedute di commissione consiliare. Perché la procura di Messina, per gettoni di presenza raggranellati senza presenziare alle sedute, o firmando e uscendo dopo qualche minuto, di consiglieri ne sta indagando 23, più della metà dell’intero consiglio comunale....

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi