closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Meravigliosa «Chavela», guerriera appassionata che non si arrendeva mai

Intervista. Daresha Kyi racconta il suo film, al festival Mix di Milano. Un intenso ritratto della cantante che ha cambiato la musica messicana

Il poncho rosso, i capelli raccolti in uno chignon, la chitarra e quella voce che ti scava dentro l’anima pronta a raccontarti di passioni, dolori e amori. Spesso infelici. Tutto di Chavela Vargas, divenuta famosa prima in Messico tra gli anni Trenta e Quaranta e poi nel mondo, sembra soggetto ideale di una storia da adattare per il grande schermo. Ad Acapulco, che nei ’60 era il fulcro della cultura, della buona società e della politica, ha frequentato le celebrità e vissuto liaison con Frida Kahlo e Ava Gardner. Chavela era anticonvenzionale: se la canzone messicana imponeva donne tutte crinolini,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.