closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Meno diritti per gli operai, Honda chiuderà nel 2021

Brexit. L'impatto sul mondo del lavoro soprattutto nel settore auto. La confederazione dei sindacati europei Ces: serve aumentare il Fondo di adeguamento

Un lavoratore inglese con dietro la bandiera dell'Unione Europea

Un lavoratore inglese con dietro la bandiera dell'Unione Europea

Lo ha ribadito anche Jeremy Corbyn ieri nella sua dichiarazione di voto alla camera dei comuni: «L’accordo di Boris Johnson sulla Brexit peggiora i diritti dei lavoratori e degli 1,6 milioni di europei che vivono e lavorano in Gran Bretagna». In questi lunghi anni trascorsi dal referendum il mondo del lavoro è stato già bersagliato dagli effetti della Brexit. L’elenco delle imprese che hanno lasciato l’Inghilterra è lungo. I primi a scappare sono stati i giapponesi che storicamente avevano fatto dell’isola la testa di ponte in Europa dando lavoro a ben 150mila persone. Lì aveva sede la Sony Europe, spostata...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi