closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Md: «Bene il nuovo processo penale. Ma serve anche un’amnistia»

Congresso di Firenze. Al primo giorno di assise, emergono i dubbi sulla riforma del Csm e il no alla separazione delle carriere. Lectio magistralis di Luigi Ferrajoli

«Amnistia». La parola viene pronunciata, quasi sottovoce, dal giudice torinese Andrea Natale. Ed è certamente la parola più «scandalosa» che risuona nel Palazzo dei congressi di Firenze durante la prima giornata delle assise di Magistratura democratica, nella quale a tenere banco è stato il tema delle riforme. Il giudizio sui cambiamenti proposti dalla ministra della giustizia Marta Cartabia in materia penale, frutto del lavoro della commissione guidata dall’ex presidente della Consulta Giorgio Lattanzi, è positivo: il segno è garantista, il carcere diventa extrema ratio, si introduce la «giustizia riparativa». Tutto è pienamente in linea con la cultura di Md. Ma...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.