closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

McAnea, una donne eletta nel maggior sindacato inglese

Trade Union. Sarà a capo di Unison, la federazione con 1,4 milioni di iscritti nel settore pubblico. E' una vittoria del leader Labour Keir Starmer

Una manifestazione del sindacato inglese Unison

Una manifestazione del sindacato inglese Unison

È stata la prima elezione sindacale post Brexit. Ma soprattutto post espulsione di Jeremy Corbyn dal Labour party. Ed è finita con l’elezione di Christina McAnea, prima donna a guidare Unison, il sindacato con più iscritti nel Regno unito. Scozzese e già nella segreteria del sindacato finora guidato da Dave Prentis che riunisce oltre 1,3 milioni di lavoratori pubblici in maggioranza donne, McAnea era a capo della divisione dell’Nhs - il sistema sanitario inglese - e appoggerà Keir Starmer e continuerà a finanziare il Labour, come da tradizione per i sindacati inglesi. [caption id="attachment_479955" align="alignleft" width="512"] La segretaria del sindacato...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi