closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Maxitruffa sulla falsa filiera corta delle rinnovabili

Altro che Ambiente. Indagine della procura di Pavia: undici misure cautelati in tutto il centro-nord, anche l'ex ad di Saipem

Guardia di Finanza in azione

Guardia di Finanza in azione

Una maxi truffa per accaparrarsi eco incentivi nello smaltimento di rifiuti. La procura di Pavia ha concluso un’indagine che ha portato a undici persone colpite da misure cautelari per reati di associazione a delinquere, truffa aggravata ai danni dello Stato, false fatturazioni e a sequestri di beni per 143 milioni di euro in oltre cinquanta perquisizioni in diverse Regioni del Centro-Nord: Trentino -Alto Adige, Lombardia, Piemonte, Liguria, Emilia Romagna, Sardegna, Lazio. C’è anche Pietro Franco Tali, ex amministratore delegato di Saipem, tra le persone finite ai domiciliari. Il manager aveva quote della Biolevano, nel Pavese, che si occupava di lavorare...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi