closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Maxine Waters, deputata 82enne: «Se assolto restiamo in strada»

Usa. Ultime arringhe del processo all'agente Chauvin per la morte di George Floyd

Con le ultime arringhe ieri si è concluso il processo a Derek Chauvin, il poliziotto accusato della morte di George Floyd. Ora il compito è passato alla giuria che dovrà decidere come pronunciarsi. Chauvin rischia da 15 anni all'ergastolo, l'accusa più grave è quella di omicidio di secondo grado (non premeditato), i giurati potrebbero ridurre la pena a omicidio di terzo grado (involontario), omicidio colposo, o anche proscioglierlo, e accettare la versione dell'imputato che si è sempre dichiarato innocente decidendo di non testimoniare per non auto incolparsi, come previsto dal quinto emendamento. La tesi sostenuta dalla difesa è che le...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi