closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias Domenica

Max Ernst oltre la ragione

Mostre . Alla Fondazione Beyeler di Basilea, fino all'8 settembre, una antologica del pittore tedesco

«Verso il 1919», scrive Paul Eluard, «nel momento in cui l’immaginazione si sforzava di dominare, di controllare i tristi mostri che la guerra aveva rinvigorito, Max Ernst decise di seppellire la vecchia Ragione, causa di tanti disordini, di tanti disastri, non sotto le sue macerie – con cui essa si fa dei monumenti – ma sotto la libera rappresentazione di un universo liberato». Due anni prima, a Zurigo, era nato Dada, e Max Ernst era lì, a nutrire il suo grande occhio, a sviluppare, sotto l’ala di De Chirico, all’ombra di Breton, le dottrine surrealiste, i principi della spontaneità. Che,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.