closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Mattarella: «Le foibe nella nostra coscienza»

Giorno del ricordo. Alla Camera solo Fico parla dei crimini italiani.

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella e il presidente della Camera Roberto Fico

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella e il presidente della Camera Roberto Fico

«Le sofferenze, i lutti, lo sradicamento, l'esodo a cui furono costrette decine di migliaia di famiglie nelle aree del confine orientale, dell'Istria, di Fiume, delle coste dalmate sono iscritti con segno indelebile nella storia della tragedia della Seconda Guerra Mondiale e delle sue conseguenze» ha affermato ieri il Presidente Sergio Mattarella nella cerimonia alla Camera in occasione del Giorno del Ricordo. E ancora: «I crimini contro l'umanità scatenati in quel conflitto non si esaurirono con la liberazione dal nazifascismo, ma proseguirono nella persecuzione e nelle violenze, perpetrate da un altro regime autoritario, quello comunista». NEL SUO DISCORSO Mattarella ha riconosciuto...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi