closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Mattarella alle toghe: conteniamoci

«Cercate di rifuggire da quel sottile condizionamento, talvolta inavvertito, che deriva dalla percezione dell’importanza del proprio ruolo». Sergio Mattarella si è rivolto così ieri ai giovani magistrati, saliti al Colle per ricevere gli auguri di buon lavoro successivi alla nomina. Ma in realtà il presidente, parlando a braccio dopo aver concluso la lettura del discorso preparato per l’occasione, ha rivelato una sua tensione costante. «Questa è una esortazione che abitualmente rivolgo anzitutto a me stesso», ha detto. E poi ha aggiunto: «Questo salone così solenne, tutta l’attività che si svolge al Quirinale esprime un senso di solennità, di autorevolezza. Occorre...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.