closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
ExtraTerrestre

Matera, vita dura per il grillano

Migrazioni. Le ristrutturazioni edilizie nel capoluogo lucano hanno chiuso gli spazi dove era solito nidificare il falchetto che in primavera arriva dall’Africa sub-sahariana. E la colonia più numerosa d’Europa si sta disperdendo

Come ad ogni primavera, il cielo sopra Matera si riempie di chiassose sagome che animano il vuoto della profonda gravina in cui si affaccia la città dei Sassi. Il grillaio, un falco di piccole dimensioni che trascorre l’inverno nell’Africa sub-sahariana, torna in Europa meridionale per nidificare in Grecia, Spagna e in Italia, in particolare nel capoluogo lucano e in altri paesi delle Murge. IN CIRCA 15 MILA ARRIVANO IN MARZO nei centri storici di questo vasto altopiano e, per nulla intimoriti dalle normali attività umane, nidificano in sottotetti, cavità dei muri e vecchie soffitte I Sassi, meta turistica conosciuta in...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi