closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Mary Gauthier, psicoterapia rock militante

Note sparse. Ritorno convincente per la musicista americana con «Rifles & Rosary Beads», un album che racconta il dramma dei suicidi fra i reduci dalle guerre in America

Mary Gauthier

Mary Gauthier

Mary Gauthier è un nome ben noto agli appassionati di «Americana», quel genere composito in cui si incrociano mille rivoli musicali del grande fiume del songwriting. Ha una voce potente ed amara, e le sue canzoni sono come sporgenze su un muro liscio cui attaccarsi per non precipitare nel vuoto: esorcismo di una vita ulcerata da molte tragedie e molti demoni interiori. Questa volta però cambia lo scenario, non più personale: le undici tracce di «Fucili e grani di rosario» sono nate dalla stretta collaborazione di Gauthier con i reduci delle mille missioni militari degli Usa nel mondo e le...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi