closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Martina “regge” la linea di Renzi

Democrack. La direzione del Pd approva all’unanimità la relazione soft del segretario reggente. Che ottiene la fiducia solo fino all’assemblea nazionale. L'ex segretario vince la prova di forza. Per le possibili elezioni bis si lavora a una coalizione allargata a Leu e al centro con Gentiloni leader

Maurizio Martina

Maurizio Martina

Alla fine la conta c’è stata solo sui giornali. Al Nazareno la direzione del Pd finisce all’unanimità: per le differenze politiche sarà un’altra volta. Maurizio Martina resta reggente, ’regge’ il Pd sulla linea dettata da Matteo Renzi, finché Renzi e i suoi vorranno. L’idea di sedersi al tavolo con i 5 Stelle a Martina era passata per la testa, avendola pronunciata a più riprese ora non può negarlo, ma «i fatti dei giorni scorsi hanno cambiato le cose. Capitolo chiuso», dice. Il reggente sfuma toni e dettagli sui tre giorni di braccio di ferro fra lui e l’ex segretario, con...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi