closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Maroni indagato per presunte irregolarità in due contratti Expo

Giustizia. Secondo la procura di Busto Arsizio, il governatore della Regione Lombardia avrebbe fatto "pressioni indebite" per favorire l'assunzione di due persone a lui vicine in due aziende che si occupano di attività di supporto all'esposizione universale. "Sono sereno e molto sorpreso", ha commentato il leader leghista che oggi riferirà in aula durante il consiglio regionale

Uomo avvisato. Anche se meno fragoroso del solito, soprattutto quando sullo sfondo c’è un affare nominato Expo, ieri sulla scrivania del governatore lombardo Roberto Maroni è arrivato un avviso di garanzia. La procura di Busto Arsizio contro uno dei pochi uomini politici di vecchia data che ancora si fregia del titolo di “onesto”. Lui è “sereno e fiducioso”. Maroni è indagato per “induzione indebita a dare o promettere utilità per presunte irregolarità in due contratti di collaborazione a termine su progetti per Expo, stipulati non dalla Regione ma da società Expo ed Eupolis”. Per la stesso reato è indagato anche...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi