closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Mario Paciolla, l’appello della madre: «Non siate complici»

A cinque mesi dalla morte del cooperante Onu, ancora dalla Colombia nessuna verità

Il cooperante delle Nazioni unite, Mario Paciolla

Il cooperante delle Nazioni unite, Mario Paciolla

Sono passati più di 150 giorni dalla morte di Mario Paciolla, cooperante Onu in servizio nella Missione di Verificazione delle Nazioni unite in Colombia. Il caso giudiziario è diventato anche un caso diplomatico. Dalle informazioni che sono trapelate dalle indagini in corso in Colombia e in Italia emergono ipotesi contrastanti, incompatibili: si è trattato di suicidio secondo le autorità colombiane mentre è stato aperto un fascicolo per omicidio da parte della Procura di Roma. SECONDO VITTORIO FINESCHI, il medico legale che ha coordinato l’esame autoptico eseguito sul corpo di Mario Paciolla, i risultati delle analisi mostrano una risposta chiara ma...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi