closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Mario, dove sei? Smettila di scherzare

La lettera. Un grande amico di Mario Paciolla scrive al ragazzo morto in Colombia il 15 luglio 2020

Mario Paciolla

Mario Paciolla

Il mondo è qui, sempre più consumato, mai rialzatosi realmente e sempre maledettamente peggiore: i forti hanno vinto, la cattiveria domina e i ricchi non piangono mai. Sullo sfondo, un male, incorretto e mai pago, miete vittime da est a ovest e da nord a sud. Noi restiamo a casa, con lo sguardo fermo su ciascun particolare di una quotidianità che, quasi, non riconosciamo più. Soffriamo una sospensione di vita, un vuoto d’aria che rimbalza in noi ogni volta che si prova ad immaginare come e quanto sarà bello dopo, quando tutto sarà finito. Se tutto questo fosse servito a...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi