closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Marino riapre la partita

Questione capitale. L’ex sindaco cacciato lascia intendere la sua ricandidatura alle amministrative di giugno. Confronto con Sel e Fassina in una borgata: «Voglio un partito di cittadini e di sinistra»

Prove tecniche di ricostruzione di un campo largo di sinistra a Roma. Stavolta però Ignazio Marino - che gioca in questa partita un ruolo di punta ma prepara pazientemente la strada alla propria candidatura, tenendola in serbo come l’asso nella manica da calare al momento giusto - spiazza perfino il gruppo capitolino di Sel che lo aveva invitato a un’assemblea pubblica organizzata all’Alessandrino, borgata periferica tra le più popolari della Capitale, per parlare del lavoro svolto in Campidoglio prima del «golpe» renziano. Dopo un’ora di resoconti degli obiettivi raggiunti e dei tanti rimasti sulla carta o portati a compimento in...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi