closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Marina Premoli, autobiografia blues di una ragazza che chiude i conti

Anni Settanta. «Questa è già la mia vita», il libro della ex militante di Prima linea, per Quodlibet

Marina Premoli

Marina Premoli

Quando l’arrestano Marina Premoli, militante di Prima linea, avverte i poliziotti che la stanno portando via: non si sono accorti che uno dei due compagni presi con lei è ancora armato. Lo fa per proteggerlo, per evitare che impugni l’arma e ci rimetta la pelle, ma forse lo fa anche perché è una terrorista particolare, che all’uso delle armi non si è mai davvero acconciata. Lei stessa ha nella borsetta una pistola: però non ha mai avuto intenzione di adoperarla e lo ha detto sin dall’inizio ai suoi compagni. Le hanno risposto di portarsela dietro lo stesso «a scopo di...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi