closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Maresca, campagna elettorale con il sì del Csm

Giustizia e politica. Il Consiglio superiore archivia la pratica sul sostituto procuratore generale di Napoli, da mesi di fatto in pista per le comunali. Non c'è un divieto esplicito, malgrado da anni sia raccomandato alle toghe di non correre nel loro distretto. Determinante il voto del centrodestra e dei 5 Stelle

Catello Maresca, sostituto pg a Napoli

Catello Maresca, sostituto pg a Napoli

Niente impedisce a un magistrato di candidarsi a sindaco nella città dove esercita la sua funzione. Dunque la pratica che avrebbe potuto portare al trasferimento di Catello Maresca, sostituto procuratore generale a Napoli, da settimane in pista come assai probabile candidato “civico” e del centrodestra alle amministrative, va archiviata. Maresca può continuare la sua campagna elettorale di fatto, con il solo obbligo di collocarsi in aspettativa trenta giorni prima del voto. Lo ha stabilito ieri il Consiglio superiore della magistratura dove è prevalsa la linea dei consiglieri laici di centrodestra, Lega e Forza Italia (con un’eccezione), dei consiglieri laici in...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi