closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Manifestazioni e scontri di piazza a Yerevan

Armenia. Domenica un commando armato ha assaltato un deposito di armi della polizia e preso ostaggi chiedendo le dimissioni del presidente. Poche ore dopo centinaia di persone sono scese in piazza scontrandosi con le forze di sicurezza: decine i fermati

Una protesta in Armenia, immagine di repertorio

Una protesta in Armenia, immagine di repertorio

Come un fiume carsico che scompare all’improvviso nelle viscere della terra e ritorna alla luce di quando in quando, un’inquietudine profonda continua a scorrere nelle vene della società civile armena. Da domenica il piccolo Paese caucasico è tornato a tremare. A meno da un anno dalla fine del movimento di Electric Yerevan, e a pochi mesi dalle proteste contro la riforma costituzionale, a Yerevan ci sono di nuovo manifestazioni, centinaia di fermi e scontri con la polizia. Ma questa volta la situazione è diversa, e ancora più drammatica. Perché le proteste si legano a una crisi degli ostaggi iniziata all’alba...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.